Crea sito

Biancamaria Balzano: è per lei la terza interrogazione del Movimento 5 Stelle

Il Movimento 5 Stelle conferma l’adagio popolare presentando la terza interrogazione parlamentare (al Senato) sull’Amministrazione di Meta. Nello specifico sull’Assessore Biancamaria Balzano con un atto diretto al Ministro dell’Interno e a quello della Pubblica Amministrazione. Nel mirino la nota vicenda del presunto manufatto abusivo oggetto di alcune ordinanze dirette prima alla Balzano e successivamente alla madre cui sarebbe stato trasferito il bene riguardo al quale si sarebbe verificato anche un problema inerente la prevista cessione di un’area pubblica successivamente ritirata.

Una storia di cui ha parlato molto spesso l’ex assessore e oggi consigliere di opposizione Susanna Barba evidenziando i conflitti d’interesse in capo alla Balzano. La Barba sul suo blog ha denunciato l’esistenza di un vero e proprio sistema consociativo e di conflitto d’interessi in capo al civico consesso presieduto dal Sindaco Giuseppe Tito. Quest’ultimo a sua volta è al centro di una delicata vicenda giudiziaria che lo vedrà, il prossimo 28 aprile, al cospetto del Tribunale del Riesame chiamato a esprimersi sulla reiterata richiesta di arresto da parte del PM titolare dell’inchiesta. Nella precedente interrogazione parlamentare il M5S puntava l’indice contro un’altra operazione edilizia: la realizzazione di un’autorimessa interrata su Corso Italia. Il proprietario di quest’ultima è il vice sindaco Pasquale Cacace. L’interrogazione si conclude con la richiesta al Ministro di valutare la rimozione del Sindaco, qualora ne sussistessero i presupposti, in merito al proprio operato nei riguardi della Balzano.

Paolo Balzano

Amministratore del blog MetaReporter dal 2014. Ho conseguito il diploma presso il Liceo Classico Publio Virgilio Marone di Meta nel 2017. Attualmente sono uno studente di Scienze Politiche presso l’università di Napoli Federico II e gestisco un affittacamere.